taglio cemento armato

Taglio cemento armato

Gli elementi chiave per il taglio di cemento armato sono la conoscenza della tipologia di materiale che devi tagliare e gli strumenti necessari per farlo. Per conoscere al meglio il materiale è essenziale sapere come esso è stato formato, quali sono i punti di forza e quali quelli di debolezza. Gli strumenti e le tecniche per il taglio di cemento armato dipendono dalle strategie che devono essere applicate per evitare improvvisi collassi e finire il lavoro in massima sicurezza.

Tagliare cemento armato: come è fatto?

Il cemento armato è composto da cemento, acqua, materiali aggregati (come sabbia, particelle inorganiche, pietra) e tondini in ferro. Da solo il calcestruzzo è resistente alla pressione ma molto tenero da tagliare. Il cemento armato invece è un materiale duro proprio per la presenza dei tondini in acciaio intrecciati o tiranti che garantiscono la stabilità dello stesso.

Poiché il calcestruzzo è duro solamente alla compressione e allo stesso modo è debole al taglio, è logico concentrare i proprio sforzi verso il punto debole. Per questo motivo martellare il materiale potrebbe essere uno spreco di energie. Il lavoro diventerebbe molto pericoloso nel caso di demolizioni di pareti già instabili.

Taglio cemento armato in pochi step

La strategia migliore per il taglio di cemento armato è dunque l’utilizzo di utensili diamantati. Questa tecnologia ti permetti di sfruttare il punto debole del calcestruzzo: ovvero la sua debolezza al taglio.

  • Tagliare il cemento armato sul perimetro dell’area che si vuole estrarre con l’utilizzo di un dico diamantato. In base alla profondità della sezione potrai scegliere il diametro del giusto utensile e di conseguenza la potenza e la tipologia di macchinario. Potrebbe bastare un mototroncatore con disco da Ø350/400 se lo spessore della parete non è importante. Nel caso di pareti di grandi spessore è consigliabile l’utilizzo di macchine tagliamo professionali con dischi da Ø600 a Ø1600.
  • Eseguire tagli sul cemento aramto a X o a scacchiera al fine di diminuire le dimensioni del materiale che deve essere eliminato. Questo processo aiuta anche a creare ulteriori spazi per la manovrabilità del calcestruzzo stesso.
  • Eseguire dei fori sul cemento armato sia nel centro delle aree da rimuovere sia sul perimetro. Consigliamo fori ravvicinati. Questo processo aiuta a alleggerire e ammorbidire il calcestruzzo aiutando le fasi successive del lavoro.
  •  A questo punto se non disponi di attrezzature per la rimozione dell’intero blocco di calcestruzzo dovrai arrangiarti con un martello pneumatico. Esegui delle cavità, penetrando perpendicolarmente il cemento armato al di sotto di 2/3 cm. Dopo di che esegui fori inclinati verso il foro o il taglio fatto in precedenza. Questo modo ti permetterà di tagliare il cemento armato sempre verso uno spazio aperto.

Quali sono le criticità

Le criticità da tenere in considerazione per il taglio di cemento armato sono numerose. Per questo motivo consigliamo di rivolgersi ad esperi del settore che fanno di questo lavoro la loro ragione di vita. Per esempio è fondamentale capire che il rinforzo dei tondini in acciaio fornisce al materiale stesso la forza per resistere ai carichi vivi e morti. Il taglio dei tondini in acciaio darà un impatto profondo su come il calcestruzzo si romperà.

Il cemento armato convenzionale, infatti, si rompe facilmente quando viene separato dalla sua armatura. Per questo è consigliabile tagliare prima i tondini esposti e dopodiché vibrare l’armatura con un martello demolitore con colpi diretti.

La conoscenza di come i cavi in acciaio supportano il calcestruzzo può fare la differenza tra un taglio sicuro o catastrofico. Tuttavia difficilmente è possibile sapere con esattezza questa informazione. Sia i reparti di soccorso dei vigili del fuoco, sia i professionisti di tagli e carotaggi difficilmente sanno come reagirà il cemento dopo essere stato tagliato. Per questo motivo è sempre fondamentale chiedere la consulenza di un ingegnere strutturale specializzato per far si che il taglio di cemento armato avvenga in sicurezza.

Tagliare il calcestruzzo con disco diamantato

Abbiamo visto come tagliare il cemento è la strategia più logica ed efficace per la demolizione. Per questo motivo ci sono alcune cose da tenere in mente per far si che il disco diamantato si esprima al massimo delle sue performance:

  • Non surriscaldare il disco diamantato. Il corretto raffreddamento può essere assicurato tagliando in tante e veloci passate da 1/2 cm di profondità.
  • Tenere il disco diamantato fuori dal taglio dopo ogni passata. In questo modo l’aria raffredderà l’utensile che sarà pronto per il prossimo taglio.
  • Se l’armatura è troppo importante, può essere che i grani di diamante di lucidino o si arrotondino dopo un contatto prolungato con il ferro. Per questo motivo basterà ripassare il dico su un materiale abrasivo come asfalto o cemento per ravvivare la parte diamantata.
  • Esegui il taglio di cemento armato a umido. La presenza dell’acqua garantisce una miglior qualità di taglio, evita il surriscaldamento e contiene la presenza di polvere derivata dalla fase di taglio

Disco diamantato per cemento armato

Dal 1960 La Nord srl produce dischi diamantati per il taglio di cemento armato, fresco o stagionato. Nel caso di cementi armati, i dischi diamantati professionali hanno una caratteristica essenziale: alta qualità del diamante e della matrice metallica.

Nella nostra gamma prodotti troverai il disco che fa a caso tuo:

Per qualsiasi altra informazione utile contattaci senza impegno tramite la chat presente sul nostro sito o inviando una mail a sales@lanordsrl.it

 

 

Giacomo Fiorini
×

La Nord Live Chat

× Serve aiuto?