foretto diamantato

Foretto come utilizzarlo

Foretto diamantato: consigli utili del produttore

Il foretto diamantato è un prodotto utilizzato per la perforazione di svariati materiali edili. Il suo design permette di estrarre il cilindro di materiale che si vuole perforare: la “carota”.

E’ difficile elencarti tutte le condizioni di sicurezza, di utilizzo e le procedure necessarie per l’utilizzo di foretti diamantati. Ogni cantiere e ogni materiale richiedono attenzioni particolari e specializzate. Per questo motivo ti consiglio sempre di affidarti ai professionisti del mestiere.

Le linee guida che riporto non sono esaustive, se hai dubbi o necessiti chiarimenti scrivi a sales@lanordsrl.it o contatta il servizio clienti della macchina per carotaggio che hai a disposizione.

Foretto diamantato: punti essenziali

  1. Leggi le istruzioni di sicurezza per l’utilizzo del foretto diamantato.
  2. Indossa i dpi richiesti per la sicurezza sul luogo di lavoro.
  3. Anche nel caso di utilizzo a umido, le macchine carotatrici non sono waterproof. Ti consiglio dunque di stare attento a non bagnarle per evitare spiacevoli sorprese.
  4. Se necessiti di prolunghe utilizza quelle spesse (2,5mm o più spesse) e meno profonde possibili (20mm).
  5. Utilizza la giusta velocità periferica in base al diametro del foretto diamantato.
  6. I produttori delle macchine consigliano l’aggiunta di un supporto fisso quando si eseguono fori di grandi dimensioni o grandi spessori.

Quando utilizzare un foretto diamantato a secco.

Le possibilità di scelta per il tuo foretto sono molteplici, ma le condizioni necessarie sono due:

  1. Conoscere il diametro del foro da eseguire. Scegliere se perforare con macchine manuali o stazionarie. Per fori piccoli su opere murarie e mattoni consigliamo una foratura con macchine manuali. Se devi perforare grandi diametri e materiali come il cemento armato o le pietre naturali ti consiglio l’utilizzo di macchine stazionarie.
  2. I foretti diamantati a secco sono perfetti per ambienti dove l’utilizzo di acqua non è accettabile. In questo caso ti consiglio di utilizzare punte a secco solo su fori di diametri medio piccoli e con l’utilizzo di macchine manuali. Mentre i foretti diamantati a umido sono ottimi per l’utilizzo con macchine stazionarie e su materiali particolarmente duri. L’acqua in questo caso è fondamentale per il raffreddamento dell’utensile e per ottenere un taglio pulito.

Foretto diamantato: materiale da forare.

Un punto essenziale per la perforazione di materiali specifici è la giusta scelta dell’utensile. In commercio esistono molteplici prodotti universali che rischiano di essere adeguati per tutto ma efficaci su niente. Un utensile è efficace se ha un’ottima durata ed effettua un taglio pulito.

Abbiamo deciso di suddividere i prodotti secondo il maggior utilizzo, senza rinunciare alle specificità dei materiali da forare:

Foretto diamantato per cemento armato

  1. Foretto diamantato professionale per mattoni, cemento, opere murarie. Utilizzabile sia a secco che ad acqua con una profondità di carotaggio elevata: 180 mm. I diametri disponibili variano da Ø32 mm a Ø202 mm.
  2. Foretto diamantato professionale per cemento armato. Utilizzabile esclusivamente a umido e con carotatrici stazionarie. Profondità di taglio minima di 450 mm. Diametri disponibili da Ø40 a ø400 mm. In questo caso è possibile avere altezze personalizzate (fino a 1000 mm circa).

Ecco qui una guida in 5 step per forare muri in cemento armato in 5 passaggi.

Foretto diamantato per gres porcellanato

I prodotti più specifici sono invece quelli dedicati al carotaggio di gres porcellanati o graniti e pietre naturali. In questo caso il miglior foretto per gres porcellanato garantisce ottimi risultati su piastrelle o lastre con spessori extra fini.

I diamanti non sono sinterizzati in una matrici mattallica, ma a differenza delle altre applicazioni, viene posizionato direttamente sul corpo in acciaio.

Questa specificità garantisce un taglio pulito anche a secco, seppur l’utilizzo di acqua per il raffreddamento è sempre consigliata.

Questa tipologia di foretto è unica in quanto è utilizzabile con smerigliatrici angolari e trapani manuali con l’aggiunta di un adattatore.

Se hai bisogno di consigli per forare il gres porcellanato leggi questo articolo “come forare gres porcellanato”

Foretto diamantato per graniti e pietre naturali

Le corone diamantate o foretti per il carotaggio di graniti e pietre naturali sono prodotti molto particolari. Nel caso di taglio di gneis, luserna, graniti bianchi o colorati è necessario che il segmento diamantato sia prodotto ad hoc.

Se utilizzi un foretto diamantato universale con le pietre naturali perderai di taglienza molto velocemente. Proprio per questo i nostri foretti diamantati per graniti e pietre naturali sono adatti al carotaggio di questi materiali.

Una componente essenziale in questo caso è l’utilizzo di acqua: ciò permette la miglior refrigerazione e lubrificazione dell’utensile. Inoltre l’acqua “assorbe” la polvere evitando di sporcare l’intero luogo di lavoro.

Le migliori macchine in commercio forniscono anche degli aspiratori per i fanghi che escono dalla fase di taglio.

Giacomo Fiorini
×

La Nord Live Chat

× Serve aiuto?